Virtual Gallery.png
Virtual Gallery.png

Creiamo arte digitale

L'arte digitale offre nuove speranze per l'arte in un momento in cui i media tradizionali sembrano aver esaurito il loro potenziale.

Architettura digitale, pittura digitale e scultura digitale - tutte basate sul disegno digitale utilizzando gli algoritmi radicati del computer - sono nuove modalità d'arte con un potenziale creativo, estetico e visionario inaspettato ed ancora incompleto

tecnologie creative nel rinascimento digitale

Per quanto, senza alcun dubbio, gli strumenti tradizionali siano sempre stati utili per l'espressione individuale e rimangano socialmente significativi, l'arte digitale rappresenta un nuovo modo di rivitalizzare l'approccio all'arte, potendo influenzare una profonda alterazione della coscienza.

Erroneamente, il computer è ritenuto uno strumento utile solo per realizzare artefatti digitali come un disegno di un'architettura, una semplice pittura, la modifica di uno scatto fotografico o la riproduzione di sculture o monumenti antichi. Piuttosto è un mezzo che offre l'opportunità per un nuovo tipo di architettura, di pittura e scultura.

Il tecnico creativo, l'artista digitale, non è più limitato a configurazioni creative più o meno familiari. L'artista può inventare nuove fantastiche configurazioni pregne di sensazioni insolitamente eccitanti.

In un momento in cui una buona parte dell'arte sembra priva di artigianato ed appare pseudo-intellettuale, come l'artista del Rinascimento, l'artista digitale è un dotto artigiano. 

Come l'artigiano artista rinascimentale, alchimista, inventava nuove formule di colore, oggi l'artista digitale deve avere competenze di fisica e matematica per piegare il pennello digitale alle esigenze della sua immaginazione. E' un artista che deve imparare un mestiere che è allo stesso tempo tecnicamente materiale e creativamente intellettuale.

Sebbene apparentemente costretto nella rigorosa logica dello strumento informatico, egli invece può modellare virtualmente la Realtà potendo esprimere una creatività infinita.  

E' paradossale come la creatività implicita di un artista digitale, che viene elaborata dalla rigorosa logica interna ai processi di calcolo matematici di un computer, si possa esprimere compiutamente nell'opera digitale, arrivando ad assumere tali estreme connotazioni che, in  nessun altro modo,  un creativo potrebbe mai rendere esplicita con qualsiasi altro strumento analogico a disposizione.

Il Rinascimento diventa Digitale

Se ascoltiamo pensieri tradizionali, per questi la rivoluzione digitale rappresenta una minaccia mortale per le principali industrie creative: musica, editoria, televisione e cinema. La facilità con cui i file digitali possono essere copiati e distribuiti ha scatenato un'ondata di pirateria con effetti disastrosi sui ricavi. Il self-publishing facile ed economico sta erodendo la posizione dei tradizionali gatekeeprs e guardiani della cultura.

Per chi si occupa invece di Cultura ed Economia Digitale il Rinascimento Digitale sta avviando una nuova età dell'oro non solo nella cultura popolare, ma anche in quella elitaria, con significative positive ricadute economiche.

Il digitale sta democratizzando l'accesso ai mercati culturali. Già vengono prodotti più libri, più canzoni, più programmi televisivi e film che mai. 

Già i dispositivi per la fruizione di Realtà Virtuale ed Aumentata avevano preparato il campo. Oggi, con il web 3.0,  si inizia a delineare definitivamente lo scenario potenziale di questa rivoluzione culturale digitale. I Metaversi sono quegli spazi virtuali destinati ai futuri Rave culturali digitali. Ma anche a nuovi modelli di esposizione e di fruizione (e commercializzazione) di nuove forme d'Arte.  

Il Web 3.0 include una varietà di tecnologie emergenti come la blockchain, gli NFT, l'Intelligenza Artificiale e appunto i Metaversi.

La desinenza 'tre', sta ad identificare anche l' uso della terza dimensione nella produzione di contenuti veicolati dall'Internet.

La terza dimensione introduce al concetto di immersività, influenzando drammaticamente le percezioni cognitive nella fruizione di contenuti digitali, ed enfatizzando l'interattività che già il web portava con se come capacità del nuovo media introdotto venti anni fa. 

Sebbene il clamore dilagante e l'interesse universale che si sta focalizzando su queste tecnologie, siamo all'Alba dei Metaverso. Non dobbiamo fare l'errore di pensare che queste tecnologie possano sostituire la fisicità propria della socializzazione in presenza. Almeno per ora. Chi lo afferma ci inganna. Sebbene per alcune nicchie di utenti, fisicamente inabili, l'impiego di queste tecnologie già rappresenta un grosso passo avanti nelle possibilità di socializzare.

Tuttavia il futuro non sarà molto diverso da quello rappresentato nel noto film Ready Player One,, come spesso accade con  il cinema  predittivo. 
Dunque l'Azienda che è interessata ad investire oggi nell'impiego di queste tecnologie non fa un errore di valutazione.

Al contrario si prepara per tempo ad affrontare le prossime sfide di quella che sarà davvero la nuova frontiera della comunicazione digitale immersiva ed interattiva, segnata dal web 4.0 che impiegherà comunemente ancora altre nuove tecnologie (già esistenti) come ad esempio: l'aptica, il virtual body motion transfer e il controllo uomo-macchina ad interfaccia neurale, trasformandosi in una azienda Ready Player 4.0 

Chiama whatsapp 

+39 tre-tre-cinque-620-1019

+39 tre-quattro-nove-820-7176

Email 

Follow

  • Facebook
  • LinkedIn